-->

domenica 9 luglio 2017

RECENSIONE: “Ovunque Andrai” di Filomena Grasso - Edizioni Il Viandante

Un libro per riflettere: “Ovunque Andrai” di Filomena Grasso

“Il cuore.
Solo lui conosce la verità, solo lui può smentire ogni nostra menzogna, solo lui smaschera ogni nostra convinzione, solo lui scardina ogni nostra impalcatura sentimentale, solo lui trova tra le tante, la parola giusta, solo lui sceglie tra i tanti, il momento giusto, solo lui riconosce tra le tante, la voce giusta, solo lui ha una incorruttibile memoria emotiva, solo lui è onnisciente e onnipresente, solo lui profetizza ardentemente e legge oltre le righe del visibile, solo lui arriva senza prendere scorciatoie, solo lui è capace di non pretendere, ma di attendere, solo lui registra ogni nostro battito, solo lui conserva la nostra essenza migliore, solo lui guida ogni nostro passo.
Il cuore”

IMG_3830.JPG 

Titolo: Ovunque Andrai
Autore: Filomena Grasso
Editore: Edizioni Il Viandante
Genere: Narrativa contemporanea
Formato: Cartaceo
Prezzo: 15,00 €
Pagine: 315
Data di pubblicazione: 10 Giugno 2016                           
Link d'acquisto: https://www.amazon.it/Ovunque-andrai-Filomena-Grasso/dp/8899629048/ref=sr_1_6?ie=UTF8&qid=1497372656&sr=8-6&keywords=ovunque+andrai


Per voi trama e recensione

Trama:

Miriam, ventisei anni, definita dai suoi amici “ragazza empatica”, soffre di una rara forma di filofobia, paura d'amare, che le impedisce di legarsi sentimentalmente e di instaurare relazioni durature. Studia per diventare sceneggiatrice e, per ironia della sorte, lavora da stagista come wedding planner.
Convocata in uno studio notarile a Capalbio, scopre che la sua paura d'amare ha radici ben più profonde. Quello che Miriam ignora, è un passato che le è stato taciuto per amore, che le appartiene e che straordinariamente, avrà modo di conoscere.
Un'eredità, un incontro inaspettato, una diagnosi che chiama in causa il cuore mettendolo alla prova, un destino beffardo che unisce e divide, il coraggio di vincere la paura e di tramutarla in forza, la bellezza di un gesto d'amore.
Si può amare così tanto qualcuno da impedirgli di morire? Miriam scoprirà la verità solo quando imparerà a vedere col cuore, solo così riconoscerà il suo miracolo.
Ovunque andrai, un romanzo sull'arrendersi all'amore. Chi ama vince sempre.



Recensione:

A volte inizi a leggere un romanzo e alla terza pagina pensi: come tanti altri, la sorpresa e il lieto fine. Beh, qui c’è la sorpresa, c’è il lieto fine e c’è tanto tanto di più. Leggi e ti soffermi a riflettere sulla moltitudine di sentimenti che in poco tempo hanno invaso prepotentemente la vita di Miriam.
La protagonista indiscussa, con al fianco figure più o meno importanti nel susseguirsi della storia, è appunto Miriam; giovane studentessa lavoratrice del centro Italia con un problema di salute che non la fa demordere dal condurre una vita pressoché normale.
Sarà la chiamata di un notaio di Capalbio a mettere prima in disordine la sua esistenza e poi a farle ritrovare i pezzi del puzzle della sua vita, a far sì che Miriam si possa dare finalmente delle risposte che non aveva mai trovato.
La storia di Miriam, la forza di Giulia, la vita di Alessandro ci costringono a riflettere perché ognuno di loro potrebbe essere qualcuno che fa parte anche della nostra esistenza.
Scritto veramente bene, accurato nei particolari e nella descrizione dei dettagli il libro scorre molto facilmente; unica note negativa è, secondo me, l’insistere su passaggi (ad esempio la spiegazione del tipo di malattia) che non portano nulla di più alla lettura.
Filomena Grasso ha la capacità di farci vivere momenti di sconforto e attimi di felicità con una leggerezza nella scrittura che mi fa consigliare questo libro a tutti quelli che amano guardarsi dentro, almeno un po’!

(Recensione a cura di Maura)

VALUTAZIONE





c9a6bc390ba8af24932cdf9e0870924e.jpg


Filomena Grasso

Nata a Napoli il 7 maggio 1991, vive e lavora a Chieti. Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi G. d'Annunzio di Chieti con una tesi dal titolo “Il Canto V dell'Inferno. Un percorso critico”. Dotata di una notevole sensibilità artistica, è poetessa e scrittrice, disegnatrice, pittrice e scultrice di cioccolato. Ha pubblicato Amici più vicini (Edizioni Tracce 2014).
La poesia “Voce”, selezionata nel VII Concorso Internazionale di Poesia Inedita “Il Federiciano” è stata pubblicata in antologie di autori vari della collana “Orizzonti” Aletti Editori, “Il Federiciano 2015”. Ha preso parte alla Mostra Collettiva Internazionale delle Arti “Tra le Sponde dell'Adriatico” per la sezione narrativa presso il Circolo Aternino di Pescara.
Ha partecipato come pittrice alla Mostra Itinerante “I colori dell'anima”- Simposio Internazionale d'Arte Contemporanea, esponendo nelle gallerie d'arte delle città di Roma, Urbino, Zurigo e Forte dei Marmi. Ha esposto alcune opere nella mostra personale “Sguardi al femminile” presso il Museo Michetti di Francavilla al Mare; alla mostra “I colori dell'anima” presso il Foyer del Teatro Marrucino di Chieti. Ha riprodotto la prima macchina per scrivere italiana “Olivetti M40” in cioccolato.
Selezionata dalla sede RAI ERI, ha frequentato il corso di scrittura creativa “Laboratorio Rai Il Libro Che Non C'è”.
Ovunque andrai è il suo secondo romanzo.


Altri libri dell’autrice:


9788899101084_0_0_300_80.png