-->

lunedì 11 gennaio 2016

RECENSIONE "OTTO. LUCE E OMBRA" DI JEAN CHRISTOPHE CASALINI!!!

Titolo: Otto. Luce e Ombra
        Autore: Jean Christophe Casalini
Editore: Vertigo
Genere: Thriller
Pagine: 233
Formato: Cartaceo 
Prezzo: 14,00 € 11,90 €
Data di uscita: 29 Maggio 2015

Trama

Otto è un aspirante mago che vive in un minuscolo appartamento a Mestre insieme alla sua fidanzata Anna. La vita sembra metterli a dura prova, soprattutto quando il giovane si trova costretto ad affrontare il comportamento anomalo del suo riflesso, capace di un'autonoma vitalità, che in breve tempo lo porta alla catastrofe completa. Ma quando tutto sembra ormai perduto, un accordo stretto proprio tra Otto e il suo riflesso ribalta la situazione portandolo a raggiungere il successo tanto desiderato. Ma niente, nel romanzo di Jean-Christophe Casalini, è come sembra e in breve tempo la situazione prende una piega assurda, a tratti allucinante. In un crescendo di suspense e di violenza, la vita dei protagonisti sarà più volte sconvolta, tra omicidi, spettacoli ed eventi demoniaci.


RECENSIONE

La storia d'amore tra Otto e Anna nasce tra i banchi di scuola e cresce con loro. Anna ha una solida famiglia alle spalle e studia mentre Otto, rimasto orfano, vive di sogni. Con il passare degli anni il protagonista riesce a convincere la sua amata a lasciare la vita tranquilla con un futuro certo per entrare nel mondo della magia! 
La svolta non va come deve ma Otto riesce comunque ad ottenere il successo sperato, grazie ad un gioco di luce ed ombra.
Un libro particolare.
Presenta una trama complessa che riesce a coinvolgere il lettore, nonostante l'inizio possa essere definito banale.

In Otto avviene la scissione tra il bene e il male, la realizzazione delle paure del genere umano.

Il non riuscire a distinguere ció che è buono dal male fa si che il lettore provi lo stesso senso di smarrimento di Anna.

Ricco di colpi di scena, unisce tante tematiche (forse troppe!) ricreando la magia e l'illusionismo che racconta nella mente di chi legge, rendendo sfocata la linea tra reale e immaginato.

Unica pecca: la cospicua presenza del dialetto veneto che rende difficoltosa la lettura di parti fondamentali!

Un libro che mi ha piacevolmente sorpresa pur lasciando una leggera perplessità!


(Recensione a cura di Marianna)


VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA