-->

domenica 1 novembre 2015

RECENSIONE "IL PIANTO DELL'ANGELO" DI GREG ILES!

Titolo: Il pianto dell'angelo
        Autore: Gres Iles
Genere: Erotico
Pagine: 496
Formato: Cartaceo con alette
Prezzo: 11,50 Euro
Formato: Cartaceo
Prezzo: 5,90 Euro
Formato: Ebook
Prezzo: 6,99 Euro
Data di uscita: Maggio 2015

Trama

Bella, intelligente, tranquilla: Kate Townsend è per tutti una ragazza speciale, una diciassettenne dal viso d'angelo. Silenziosa, e sola, compie anche il suo ultimo viaggio attraverso la città che dorme. Il suo corpo nudo, che mostra evidenti segni di violenza, viene trasportato dalla corrente del ruscello, gonfiato dalla pioggia, fino al Mississippi. E domani, al risveglio, la città sarà travolta da un ciclone ben più impetuoso delle acque del fiume.
Professionista di successo, cittadino stimato, padre modello, il dottor Drew Elliott è un pilastro della comunità di Natchez. Ma ha superato il confine di ciò che è lecito, l'invisibile linea di demarcazione che domani, da eroe, lo trasformerà in mostro.
Perché domani si scoprirà che é stato lui il primo a trovare il cadavere di Kate, ma non ha dato l'allarme per salvare le apparenze. Perché domani non si potrà più nascondere la relazione che lo legava alla ragazza nonostante gli oltre vent'anni di differenza tra i due. Perché domani, per tutti, sarà lui il principale indiziato dell'omicidio.
Non gli resta che chiedere aiuto a Penn Cage, il suo migliore amico nonché ex avvocato. Per difenderlo, quest'ultimo dovrà scavare sotto la patina di tediosa normalità che avvolge la cittadina, dalla quale emergeranno scomode verità di sesso e droga, ricatto e corruzione politica. Verità che costringeranno lo stesso Cage a mettere in discussione la sua fiducia nell'amico e nell'impeccabile comunità che credeva di conoscere da sempre.



RECENSIONE

Chi è in realtà la brava ragazza di Natchez ammirata da tutti? 
Il dottore è innocente o forse no? 
Ci troviamo di fronte al solito giallo in cui la perfetta e bravissima ragazzina non è così angelica come tutti credono, dove gli adulti non si fanno scrupoli ad i intavolare relazioni un po' con tutti quanti a prescindere dall’età, dove il protagonista piano piano riesce a mettere insieme i pezzi del mosaico in maniera non proprio ortodossa.
Il libro si apre in maniera molto lenta e ovvia con il ritrovamento del corpo di Kate nel fiume, con il dilemma di una possibile violenza sessuale e con la scoperta di una relazione tra l’adolescente e l’uomo maturo. 
L’autore impiega parti descrittive e dialoghi lunghi  per introdurre i vari personaggi e farci capire la loro essenza e la loro psicologia. Purtroppo nonostante sia stato scritto molto bene e affronti temi scottanti come il razzismo, caschiamo nella noia fin da subito.
Sin dal primo capitolo è chiaro come sono andate in realtà le cose ed è facilmente intuibile come finiranno.
Insomma nulla di nuovo sotto il sole!
Il libro è molto scorrevole e di facile lettura, i personaggi hanno spessore e sono ben descritti e costruiti, i dialoghi filano lisci e hanno un senso. La spregiudicatezza con il quale affronta argomenti, come il sesso con un’adolescente o la droga, serve a dare un certo tono alla trama ma purtroppo non sufficiente per non rendere il libro piatto. 
Non ci sono grandi colpi di scena, non si avverte la passione che dovrebbe essere filo conduttore, non trasmette sentimenti  e la storia procede lentamente verso il suo inevitabile quanto scontato epilogo. 
Gres Iles ha provato ad introdurre qualche elemento a sorpresa come il rapporto che si instaura tra  Mia e Penn ma senza approfondirlo adeguatamente.
 Il risultato che ne consegue è una lettura un po' pesante sui grandi temi della vita americana: l’odio tra bianchi e neri, adolescenti che sono più adulti di quello che crediamo, il mondo cinico di chi dovrebbe essere educatore e si dimostra umanamente vulnerabile.
Forse andava un po' alleggerito il tutto anche se le parti descrittive in cui affronta questi argomenti ci permettono di capire appieno il duro  stile di vita dei protagonisti.
Se dal punto di vista della stesura il libro è scritto magistralmente in quanto non ci sono incongruenze e  i capitoli sono ben definiti e danno un senso di continuità e fluidità purtroppo a metà lettura la noia per aver capito già tutta la trama fa capolino rendendo veramente difficile andare avanti. Nemmeno il finale riesce a salvarci dalla fiera dell’ovvietà!

(Recensione a cura di Alessia)




VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA




Altri libri dell'autore: