-->

mercoledì 14 ottobre 2015

RECENSIONE "NON DORMIRAI MAI PIU'" DI ALDO COSTA EDITO DA PIEMME!

Accattivante,


 pieno di colpi di  scena,


 un romanzo di ottimo livello.


Titolo: Non dormirai mai più
Autore: Aldo Costa
Editore: Piemme
Genere: Thriller
Formato: Cartaceo
Prezzo: 17,90 Euro
Formato: Ebook
Prezzo: 9,99 Euro
Pagine: 420
Data d'uscita: Giugno 2015

Trama

Basta un istante per spezzare una vita. Quella di Giulia si spezza in un giorno di ottobre, a sedici anni e dieci mesi, quando gli unici pensieri sono la poca voglia di studiare e la paura di aver sbagliato a dire di no a Roberto. Due uomini irrompono in casa sua, non le lasciano nemmeno un istante per reagire, la legano al letto e da lì ha inizio l’incubo. Non approfittano di lei con la ferocia e la fretta dei maniaci. Sono due professionisti inviati da un’organizzazione criminale che vuole punire suo padre. Per questo, filmano il supplizio in ogni singolo, terribile istante e cercano di renderlo crudele, infinito. Lui deve pagare per ciò che ha fatto.
Poco dopo, però, la polizia si trova di fronte a una scena inattesa: i corpi dei due uomini sono riversi a terra, crivellati di colpi d’arma da fuoco e la ragazza è già in ospedale.
Il caso viene affidato a Serena Ainardi, sostituto procuratore della Repubblica, la persona giusta per un’indagine così delicata. Perché Serena è insofferente a procedure, gerarchie e ruoli, ma ha un modo speciale per entrare in contatto con le vittime, che per lei, a differenza dei suoi colleghi, sono persone. Questa volta, però, Serena comprende che il dolore di Giulia è troppo profondo: la ragazza ha bisogno di protezione, perché l’organizzazione criminale pretenderà vendetta. Per questo Serena contatta Lorenzo Cremona, l’unico in grado di aiutarla. Lui l’ha salvata nel momento più buio della sua esistenza, l’ha protetta, e così farà con la ragazza. Ma forse neanche il coraggio e la pazienza di Lorenzo saranno sufficienti ad aprire il cuore di Giulia, per far luce su quelle ore spaventose, prima che sia troppo tardi.




RECENSIONE

Accattivante, pieno di colpi di scena, un romanzo di ottimo livello.
“Non dormirai mai più “ è un thriller che coinvolge il lettore sin dalle prime pagine. Il continuo scambio di piani narrativi, il susseguirsi di colpi di scena fanno sì che la narrazione sia scorrevole e di impatto immediato.
Serena, sostituto procuratore, donna che ha dei conti in sospeso col suo compagno Carlo, con i suoi colleghi, in particolare Paolo Puglisi, magistrato che punta ad una carriera veloce all’interno della Procura ,è una donna seducente, che non rispetta il protocollo ma che segue il suo istinto. Pur sbagliando è pronta ad assumersi le sue responsabilità (le responsabilità di una vita che nella sua sfera personale è andata in frantumi, poi le responsabilità dettate da un’impulsività che compromette lo svolgimento delle indagini che le vengono assegnate).
Tra intercettazioni telefoniche spesso non autorizzate, spie all’interno della Procura, vite in sospeso, conti non ancora saldati, l’esistenza del sostituto procuratore viene dipinta con una nota di malinconia. Un’indagine riguardante una certa società di servizi S.p.a. mette in moto un meccanismo di vendette, di inseguimenti, di operazioni con lo scopo di intimidire chi ha in mente di soccombere alle pressioni della Magistratura.
La vittima disegnata dal sistema risulta essere Giulia, sedicenne, figlia di Sabino Rocca (possibile pentito, un probabile collaboratore della giustizia). La ragazza subisce la violenza sessuale di due estranei che abusano del suo corpo solo per impartire una lezione al padre, che non vuole più stare ai giochi del potere.
Il ritmo della narrazione è sempre scorrevole. Tant’è vero che non si può prevedere nessuna mossa, nessun seguito. L’autore è abilissimo nel farci stare col fiato sospeso.
Un altro personaggio di grande rilievo risulta essere Renzo(Lorenzo) Cremona, professore di matematica, un trentacinquenne che, dopo essere stato prosciolto dall’accusa di abuso sessuale, si rifugia in una frazione montanara a leccarsi le ferite e le sue insicurezze. Tra Cremona e Serena c’è un passato fatto di emozioni e di condivisione. Renzo ha salvato la vita a Serena caduta in un dirupo.
Il loro incontro, la loro salvezza, la loro avventura ...tutte le emozioni condivise in quei momenti portano alla luce dei conti rimasti ancora aperti e, Serena, comincia a rendersene conto dalla forte attrazione che sente per Renzo. Sente dentro di lei la forte passione che la travolge. Nel suo cuore Renzo occupa il primo posto.
Anche a costo di mettere a repentaglio la propria incolumità, il sostituto procuratore è pronto ad assumersi tutti i rischi. Così, Giulia viene affidata a Lorenzo nel tentativo disperato di tenerla alla larga dalla vendetta dei suoi aggressori; gente squallida e senza paura che non ha la minima pietà.
Il padre di Giulia, in preda ai sensi di colpa decide di togliersi la vita. Il tutto viene reso reale attraverso l’uso di un apparato stilistico di notevole rilievo. Gli stati d’animo dei personaggi sono di forte impatto.
Anche le descrizioni della natura circostante, la montagna e i sentieri ghiacciati offrono al lettore la possibilità di immedesimarsi nei personaggi e nelle loro lotte contro i nemici.
Non posso dire con certezza quali siano le parti che ho amato di più- perché riconosco di non essere un’appassionata del genere thriller- ma è vero che questo romanzo ha saputo tenermi sulle spine. E la voglia di venire a capo dell’intera indagine è stata ripagata da un finale altrettanto avvincente.
“Respirava, ma non osava muoversi, per paura di scoprire di essere stato colpito. Quando l’uomo aveva fatto fuoco, Renzo aveva gli occhi chiusi…Era l’unico dolore che sentiva, nulla in confronto a tutti quelli preesistenti…”. Un passaggio pieno di significati… perché il dolore di Renzo non è soltanto un dolore fisico, ma un dolore della sua anima.
I dialoghi, il cinismo di certe battute, la malinconia in alcuni passaggi, l’amore, il disagio di fronte ad un amore ed un rapporto oramai arrivati a capolinea fanno di questo romanzo un vero trionfo della narrativa del genere. 
Aldo Costa è riuscito a condurre un’indagine psicologica e poliziesca con degli ottimi risvolti.

(Recensione a cura di Mihaela)


Risultati immagini per violenza



VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA




Altri libri dell'autore: