-->

giovedì 1 marzo 2018

Recensione: L'eco dei nostri passi di Serena Versari.

...Obbligarti a non fare una determinata cosa, non ti allontanerà da quel
desiderio, semmai lo amplificherà, soprattutto se quest’ultimo, è un grido
di aiuto che parte dal tuo cuore...

L' eco dei nostri passi di [VERSARI, SERENA, serena versari]Titolo:  L'eco dei nostri passi
Autore: Serena Versari
Editore: Self Publishing
Genere: Romance - autobiografia
Formato: Ebook
Prezzo: 0,99
Formato: cartaceo
Prezzo: 6,47
Pagine: 248
Data d'uscita: 10 Maggio 2017
Link d’acquisto:






Per voi la trama e la recensione...


TRAMA
Chi sono? Cosa voglio? Queste le domande che cominciano ad assillare Serena, e
che la portano a indossare i panni della pellegrina. Direzione: Santiago di
Compostela.
Un pellegrinaggio che costringe a entrare in contatto con la parte più profonda
di noi stessi, a volte destabilizzandoci, a volte, regalandoci una forza inaspetta
ta. Lungo questo percorso di rinascita, la sua strada s’incrocerà con quella di
Lorenzo, ex soldato dalle mille sfaccettature e dal cuore indurito. Passo dopo
passo, queste due anime si scopriranno e si apriranno. Tra una tappa e l’altra,
la passione tra i due si farà sempre più bruciante, creando un legame profondo.
Ma i dubbi e le paure sono sempre in agguato, e ci assalgono proprio quando
sentiamo che stiamo raggiungendo la felicità. Riuscirà Serena a sciogliere il
pesante strato di piombo che ricopre il cuore di Lorenzo? Oppure, da bravo
soldato, lui sceglierà di seguire la condotta iniziale, sopprimendo quel
sentimento inaspettato che ha iniziato a pulsare nelle sue vene?

RECENSIONE

Ho letto questo libro tutto d’un fiato. Mai avrei pensato di trovarmi di fronte
ad una trama del genere; forse non sono stata abbastanza attenta quando ho
guardato la cover perchè quel simbolo in alto a destra mi avrebbe dovuto
suggerire qualcosa... L’eco dei nostri passi è l’esperienza del Cammino di
Santiago di Compostela.
L’autrice non ha la pretesa di insegnarci cosa significhi intraprendere questo
tipo di viaggio ma ci consente di fare il Cammino al fianco di Lorenzo e Serena.
Lorenzo e i suoi dolori, i suoi sentimenti sopiti, la sua incapacità di aprirsi al
mondo mi hanno incantato. Poche volte si riesce ad immaginare così bene un
protagonista ma non perchè descritto nei minimi particolari, al contrario
perchè caratterizzato con precisione nei passaggi essenziali.
“Ora c’è un’altra persona, una persona che ha acquisito una enorme fiducia in se
stessa, una persona che si ripete che tutto è possibile, e che la paura di non farcela
non potrà più fermarla.
Il Cammino mi ha segnata, mi ha migliorata.”
Serena, che è l’autrice, è sicuramente (volutamente?) meno sviscerata nel suo
intimo ma è la figura che dà il ritmo a tutta la lettura.
Il Cammino viene vissuto da chi lo affronta in modi differenti ed è così che ce lo
fa “assaggiare” Serena Versari.
Mi è piaciuto molto come i sentimenti emergono
in modo molto semplice e naturale, vengono forzati quando è giusto che lo siano,
senza ridicolizzare i nostri “eroi”.
Tutto bello, tutto apprezzabile per quanto concerne i protagonisti e la storia in
sè, ma… Purtroppo c’è un ma.
Subito all’inizio del primo capitolo un refuso mi
ha lasciata perplessa; continuando la lettura ho trovato una frase disconnessa
e troppe volte la “e” congiunzione seguita da una virgola e da una proposizione
coordinata. Forse un buon editing avrebbe evitato questi problemi che fanno
perdere il ritmo della lettura oltre ad essere errori.
Passiamo alla cover: Serena e Lorenzo sono quelli dell’immagine?
Per me le
descrizioni non collimano.
Questi sono i punti che con dispiacere non mi fanno dare una valutazione
completamente positiva a questo bel romanzo.
Tornando alla storia una domanda sorge spontanea: Lorenzo e Serena, nella
vita reale, si sono incontrati di nuovo dopo il Cammino?
(Recensione a cura di Maura)


VALUTAZIONE


AUTRICE


Serena Versari

ALTRI LIBRI DELL'AUTRICE

   

BANNER