-->

giovedì 8 marzo 2018

Recensione: “Je t’aime, je t’aime” di Mirta Bertic, Europa edizioni

Recensione: “Je t’aime, je t’aime” di Mirta Bertic, Europa edizioni



Titolo: Je t'aime, je t'aime
Autore: Mirta Bertic
Editore: Europa Edizioni
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo
Prezzo: 13,90 €  
Formato: ebook
Prezzo:
Pagine: 198
Data d’uscita: 4 ottobre 2013
Link d’acquisto  




Trama:

Mirta è nata in Croazia, è cresciuta candida, libera, spensierata, con un
carattere forte, deciso e passionale. Un giorno scopre l’amore, quello carnale
che avviluppa i sensi e rende inconsapevolmente schiavi del piacere. Un idillio
che non è destinato a durare e che le stravolgerà l’esistenza, lasciandola sola a
lottare per riconquistare la sua pace ed il suo posto nel mondo. Mirta Bertic
racconta una storia lunga una vita, stendendo ombre oscure sui momenti più
tormentati e difficili, colorando con il coraggio e con la poesia i momenti più
felici, quelli che permettono il riscatto da tutte le sofferenze e la conquista
della gioia e di una rinnovata femminilità

Recensione:


Mirta è una ragazza all’apparenza fortunata, ha tutto: una bella casa e i
confort che tra gli anni ‘70 e ‘80 erano per pochi. Un giorno incontra l’amore,
quello vero, ma le cose non vanno sempre come si vorrebbe e quando questo
finisce, quella ragazza che amava la vita diventa una donna piena di angosce.
Je t'aime, je t'aime è in parte l’autobiografia dell’autrice e in parte il racconto
di quello che era la ex Jugoslavia poco prima della guerra che ha dilaniato quel
paese. La prima parte è scritta più come una poesia, si susseguono i ricordi
della sua giovinezza, mentre in seguito si entra nel vivo della narrazione. Non
semplice da comprendere per chi non conosce gli orrori di quella guerra e cosa
significhi dover vivere in un paese che non è il proprio. In fondo potremmo
interpretare questo romanzo come un tentativo di rinascita, come un
ricominciare da capo.
La cover di questo libro da l’idea di quello che la ragazza ha passato durante
quel periodo della sua vita; la solitudine in un paese che non riconosce,
l’abbandono di un’amore che pensava eterno.
La lettura di questo libro non mi ha coinvolto, probabilmente è un limite mio,
non sono riuscita ad entrare nel personaggio a mio parere troppo controverso
per essere capito in un romanzo.


(Recensione a cura di Nadia)

VALUTAZIONE




Autrice





Mirta Bertic


Mirta Bertic nasce nel 1967, da padre croato e madre serba, in Croazia, in una
famiglia di alta borghesia. Poco prima dell’inizio della guerra nel 1989,
sentendosi molto più vicina alla cultura serba e difendendo in particolare la
nazionalità Rom, viene accusata di essere eccessivamente filo serbo-rom. In
seguito delle violentissime critiche dei membri di scuola, degli amici e
soprattutto dei genitori, Mirta Bertic decide di abbandonare il proprio Paese.
Si trasferisce in Italia. Nel 1992 prende la cittadinanza italiana.


Altri libri dell’autrice




BANNER