-->

venerdì 2 marzo 2018

Recensione: "Il ragazzo invisibile. Seconda generazione", Fabbri, Rampoldi, Sardo, Salani editore

Il Ragazzo Invisibile Seconda Generazione, il romanzo firmato dagli sceneggiatori del film di Gabriele Salvatores



Titolo: Il ragazzo invisibile.
Seconda generazione
Autore: Fabbri, Rampoldi, Sardo
Editore: Salani edizioni
Genere:  fantasy ragazzi
Formato: Ebook
Prezzo: 8,99
Formato: Cartaceo
Prezzo: 12,67
Pagine: 202
Data d'uscita: 4 gennaio 2018
Link d'acquisto:





Scopriamone di più…


TRAMA

Michele Silenzi ha sedici anni e qualcosa nel suo sguardo è cambiato. Da quando

ha perso la mamma gli adulti non possono fare a meno di compatirlo, vive da

solo con il cane Mario in una casa disordinatissima e, come se non bastasse, la

sua amata Stella sta con un altro. Michele è arrabbiato con il mondo intero, con

se stesso e, più di tutto, con la verità che non può raccontare: essere uno degli

Speciali. Ma nella sua vita irrompe una ragazza altrettanto speciale, con

un'esistenza non meno complicata della sua: la sorella Natasa. E con lei

arriveranno altre sconvolgenti rivelazioni sul suo destino, che si intreccia

pericolosamente con quello del crudele magnate russo Zavarov, proprietario di

un gasdotto che sta per essere inaugurato in città. Da quel momento il mondo a

cui era abituato, fatto di scuola, aperitivi, serie tv, si sovrappone a quello

sotterraneo, inquietante e incredibile degli altri Speciali: Michele ha

finalmente un piano, una missione. Ma nessuna missione è senza imprevisti e la

parte più difficili: per 'Misa' sarà confrontarsi con il suo lato più oscuro.


RECENSIONE


Il ragazzo invisibile - Seconda generazione. Mi sono approcciata a questo testo
in modo un po’ scettico per due motivi: primo non amo i fantasy secondo non
avevo letto il primo libro sempre firmato dai tre sceneggiatori degli altrettanti
film di Salvatores.
Partirei con questa recensione nel modo più classico ed assicurandovi che anche
se non avete letto il primo capitolo potrete sicuramente apprezzare questo
secondo in quanto la trama è lineare e ben definita. Per essere un fantasy è
molto attuale, ci ritroviamo a fare i conti con problematiche che i nostri
“speciali” dovranno affrontare ma che purtroppo sono all’ordine del giorno in
tutti i telegiornali. Emozioni, cambi di prospettive, scene che si susseguono
velocemente mi fanno pensare che gli autori sono stati in grado di trasportare
su carta le stesse emozioni che hanno trasmesso nel film; il tipo di scrittura
rende molto dinamico tutto il libro.
I personaggi sono molto ben caratterizzati sia per quanto concerne l’aspetto
fisico che quello caratteriale; vorrei sottolineare le differenze tra i giovani
protagonisti, Michele e Natasa, rispetto a Yelenia o addirittura a Zavarov. Gli
autori li fanno interagire sapientemente senza dimenticare che sono degli
adolescenti “speciali” e degli adulti che sono passati per le più grandi
sofferenze; questo si evince dal linguaggio accurato e dalle descrizioni.
Un plauso al fatto che sia scritto da tre persone e quindi sicuramente non
semplice da confezionare; eppure non si notano discrepanze di alcun genere:
probabilmente l’affiatamento creato per l’arte cinematografica ha fatto sì che
nascesse anche un buon prodotto letterario.
Non ho incontrato nessun errore nello scritto se non un refuso di pochissima
importanza. Capitoli brevi e ben strutturati per tenere sempre il lettore
attento e curioso rispetto a quello che potrebbe avvenire in seguito che, vi
assicuro, non è mai prevedibile. Le quattro parti in cui è diviso il libro segnano
sapientemente i momenti di grande svolta della storia.  


(Recensione a cura di Maura)


VALUTAZIONE

AUTORI


Il romanzo è firmato dagli sceneggiatori del film di Gabriele Salvatores “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” uscito nei cinema di tutta Italia il 4 gennaio 2018
Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo

BANNER