-->

sabato 3 marzo 2018

Recensione “Il giallo di Ponte Vecchio” di Letizia Triches, Newton Compton Editori

Il delitto è non leggerlo! Un'indagine di Giuliano Neri




undefinedTitolo: Il giallo di Ponte Vecchio
Autore: Letizia Triches
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo giallo
Formato: Ebook
Prezzo: 4,99
Formato: Cartaceo
Prezzo: 795
Pagine: 296
Data di uscita: 3 aprile 2014
Link d’acquisto:



Scopriamone di più...






TRAMA
Il giudice Lapo Treschi è nei guai. Firenze, infatti, è turbata da una serie di
misteriosi delitti e trovare il colpevole e rassicurare la gente non è certo un
compito semplice. Soprattutto perché tra gli omicidi non ci sono legami precisi
e l’assassino non lascia tracce. Un caso indecifrabile, all’apparenza. Eppure ci
deve essere un particolare che sfugge, qualcosa che è sotto gli occhi di tutti e
che nessuno riesce ancora a vedere. È per questo che Lapo si rivolge all’esperto
d’arte Giuliano Neri, suo amico di vecchia data. Uomo estremamente curioso e
meticoloso, Neri è un restauratore, famoso per la sua abilità nel ritrovare nelle
tele indizi anche minuscoli e per la capacità di scandagliare ogni dettaglio fino
a scoprire il mistero che si cela dietro un’opera. E proprio davanti al restauro
di un quadro attribuito a Rosso Fiorentino, che nasconde un enigma da svelare,
i due si troveranno intrappolati in un labirinto da cui sarà difficile uscire…


RECENSIONE


Giallo sì ma un po' strano: le indagini non sono mai precise e si mischiano con la
vita dell'investigatore "restauratore" Giuliano Neri.
Al contrario di altri gialli, gli indizi non sono palesati in modo evidente, anzi
vengono citati solo quando il protagonista decide di chiarire i propri dubbi e di
spiegare le sue intuizioni su come è avvenuto l'omicidio all'amico giudice.
Gli “attori”, in certi passaggi, sembrano rallentati al limite della confusione;
addirittura alcuni pare siano messi lì per caso, senza un senso logico.
Il libro scorre, anche se non coinvolge pienamente il lettore nell'indagine,
inoltre il continuo cambiamento nei tempi dei verbi non aiuta nella lettura e a
volte rallenta anche la comprensione di ciò che accade.
Come accennavo prima è un giallo un po' anomalo: il lettore viene introdotto
nella vita privata della famiglia Neri, prima di essere coinvolto nella
risoluzione dell'enigma, ma al contrario di altri romanzi non mi sono sentita
"parte" del libro ma ero solo uno spettatore di quanto stava avvenendo.
Questo forse a causa della scrittura "fredda"?
Non so, il libro non mi ha
entusiasmata più di tanto anche se non mi è pesato leggerlo... sono in conflitto.
Proverò a leggere i successivi romanzi per cercare di chiarirmi le idee.


(Recensione a cura di Cristina)



VALUTAZIONE





AUTRICE

Letizia Triches

Letizia Triches è nata e vive a Roma. Docente e storico dell’arte, ha pubblicato
numerosi saggi sulle riviste «Prometeo» e «Cahiers d’art». Autrice di vari
racconti e romanzi di genere giallo-noir, ha vinto la prima edizione del Premio
Chiara, sezione inediti, ed è stata semifinalista al Premio Scerbanenco.
La Newton Compton ha pubblicato anche I delitti della laguna e Quel brutto
delitto di Campo de’ Fiori.




Altri libri dell'autore




   






BANNER