-->

venerdì 30 marzo 2018

Recensione: “Fixed” di Eleonora Ragozzino, Book Sprint

Immaginate una ventenne vestita da sposa, un corpo inconsistente, un luogo che
non conosce e la paura di essere davvero morta. Elisabeth non sa come sia potuto
accadere, ma il giorno che sarebbe dovuto essere il più bello della sua vita, sarà
segnato soltanto da questa grande tragedia: la sua stessa morte.

download.jpgTitolo: Fixed
Autore:Eleonora Ragozzino
Editore: Book sprint
Genere: narrativa contemporanea
Formato: ebook
Prezzo: €
Formato: Cartaceo
Prezzo: € 16,07
Pagine: 196
Data di uscita: 20 luglio 2017
Link d’acquisto:

 


Scopriamone di più...



TRAMA


Elizabeth è una giovane di vent’anni catapultata in un’altra dimensione dopo la
sua morte. Si ritrova vestita da sposa e soprattutto smarrita in un contesto del
tutto nuovo: un cimitero popolato da fantasmi che indicono riunioni di
“benvenuto” per ogni nuovo morto! Non ricorda cosa le sia accaduto, ma
soprattutto non saprebbe riconoscere nessuno dei suoi familiari: un vero black
out sulla sua vita da viva. Senza spiegazioni plausibili che possono aiutarla a
superare questa fase di transizione entra in una profonda crisi: neanche gli
incontri con altri fantasmi riescono a sostenerla.
Tutto cambia quando Sam si reca al cimitero e per motivi sconosciuti si accorge
di questa bellissima ragazza vestita da sposa, tutto cambia perché i due si
innamorano e non sanno come poter unire le loro vite: una morta e l’altro vivo.
Proveranno a trovare delle soluzioni per poter stare davvero insieme spinti
dall’entusiasmo tipico della giovane età.


RECENSIONE


Una ragazza di vent’anni che muore il giorno del suo matrimonio mi lascia con
mille interrogativi, soprattutto sul perché è avvenuta questa morte inaspettata.
Quindi da lettrice curiosa quale sono, vado alla ricerca di dettagli che mi
facciano scoprire, o almeno evidenziare, piccoli enigmi che possano colorire e
dare senso alla scelta della ‘sposa fantasma’.
Invece, in tutto il romanzo, l’unico elemento su cui poggiare le mie frivole teorie
è l’immagine di una riva di un lago, dove viene rinvenuto il corpo della nostra
Elisabeth. Il fatto di non ricordare nulla di sé in vita, né tantomeno dell’accaduto,
mi ha colpito così tanto da sperare che l’autrice mi desse delle risposte
attraverso l’introduzione di Sam nella storia. Sam ha un sorriso stupendo, vede
i morti, parla con i fantasmi, si innamora della nostra protagonista ma
purtroppo non ci aiuta ad arricchire la storia né a risolvere interrogativi che
rimarranno insoluti. I personaggi sembrano in 2D: non riescono mai a prendere
forma, rimangono immaturi e comunicano attraverso discorsi frammentari e
senza ritmica. Una storia d’amore ‘inconsistente’ come la nostra spigolosa
protagonista. Sam è gentile e introverso, Elisabeth è suscettibile e talmente
insicura da preoccuparsi sempre di ciò che pensano gli altri. Fa spesso
riferimento al suo caratteraccio che si trascina da quando era ancora in vita,
ma poi non ricorda neanche chi stesse per sposare: una vera e propria
incongruenza.  Libro con troppi refusi, ripetitivo e con intere frasi confuse.
Ho faticato molto per terminare la lettura e ho provato a cercare una nota
positiva tra queste pagine… E’ come se avessi letto il diario della giovanissima
Eleonora, l‘autrice, che attraverso Elisabeth esprime apertamente i suoi
disagi e le sue paure con dialoghi interiori che rimbalzano sempre sullo stesso
tema: la ricerca della propria identità.

(Recensione a cura di Emanuela)


VALUTAZIONE





AUTORE

thumb.aspx.jpg


Eleonora Ragozzino

Ha vent’anni e frequenta la facoltà di fisica presso l’università della Calabria.
Ama leggere, ma soprattutto immaginare e scrivere storie per dare libero sfogo
alla sua fantasia. Ciò che è più importante per lei nelle sue storie, non è tanto
cosa i suoi personaggi stiano facendo ma ciò che sono capaci di trasmettere, che
abbiano reazioni e sentimenti veri, in modo da sembrare reali.


Altri libri dell'autrice

    

BANNER