-->

domenica 31 dicembre 2017

Anteprima: I prescelti di Steve Sam-Sandberg, Marsilio editori

I prescelti di Steve Sam-Sandberg, Marsilio editori 


Titolo:  I prescelti
Autore:  Steve Sam-Sandberg
Editore: Marsilio editori
Genere: romanzo
Formato: ebook
Prezzo: 9,90
Formato: Cartaceo
Prezzo: 20,00
Pagine: 576
Data di uscita: 25 gennaio 2018
Link d’acquisto:


Per voi la trama


Dopo aver raccontato la storia del controverso capo del ghetto di Lodz nel libro vincitore dell’August Prize Gli spodestati, lo scrittore svedese Steve Sem-Sandberg torna in libreria con un nuovo romanzo sugli orrori della II Guerra Mondiale, vincitore del Prix Medicis 2016 per il Libro Straniero.
I prescelti racconta la storia dell’ospedale Spiegelgrund di Vienna, dove, tra il 1941 e il 1945, circa 800 bambini “indesiderabili” furono sottoposti a torture ed esperimenti medici, fino all’eutanasia, in nome della ricerca scientifica e della purezza della razza. Un romanzo scioccante sul programma nazista di sterminio, rigoroso come un’indagine storica.


 Trama
Dal 1941 al 1945, le autorità naziste rinchiudono nella clinica viennese di Spiegelgrund i bambini che ritengono indesiderabili: orfani, malati di mente, disabili, piccoli delinquenti, “degenerati razziali”. I più deboli diventano così le cavie di medici senza scrupoli, che conducono su di loro terribili esperimenti di eugenetica e ogni sorta di violenza, prima di destinarli a una fine certa. Sem-Sendberg affida la narrazione a due voci principali, l’infermiera Anna Katschenka, poi processata e condannata nel 1948, e Adrian Ziegler (ispirato a uno dei testimoni di quanto accadeva a Spiegerlgrund, Freidrich Zawrel, che vi fu rinchiuso a 10 anni) che raccontano, dal punto di vista del paziente e dell’infermiera, la quotidianità di questo ospedale degli orrori in cui solo una cosa sembra sopravvivere alla morte: la speranza.


Autore




Steve Sam-Sandberg

Steve Sem-Sandberg  (1958) è uno dei più apprezzati scrittori svedesi. Il suo romanzo Gli spodestati (Marsilio, 2012) pubblicato in oltre 20 paesi, è stato un caso internazionale e ha vinto l’August Prize, il più prestigioso premio letterario di Svezia. Vive tra Vienna e Stoccolma.

BANNER