-->

domenica 14 maggio 2017

Recensione di "Vorrei che fossi felice" di Arianna Di Giorgio - Butterfly Edizioni

Un romanzo dal tema molto attuale, un inno all'amore e alla vita, alle seconde possibilità
UN AMORE SENZA ETA'....


Titolo: Vorrei che fossi felice
Autore: Arianna Di Giorgio
Editore: Butterfly Edizioni
Genere:  Romanzo contemporaneo
Formato: Ebook
Prezzo: 1,99
Pagine: 120
Data di uscita:  2 febbraio 2017                              
Link d'acquisto: https://www.amazon.it/Vorrei-fossi-felice-Digital-Emotions-ebook/dp/B01MSDSQKX/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1494418918&sr=8-1&keywords=vorrei+che+fossi+felice

Scopriamone trama e recensione...

Trama:


Jenny non si gode i suoi 25 anni. Da quando è sopravvissuta a un incidente stradale, in cui ha perso il suo fidanzato, è come se fosse morta insieme a lui. È un senso di colpa ogni sorriso che fa, ogni minuto, ogni respiro. Resta aggrappata al ricordo come se Emanuele fosse ancora vivo, lo sogna tutte le notti, lo pensa durante il giorno e si è promessa di non innamorarsi mai più. La famiglia e le amiche la spronano a reagire e per la prima volta, dopo tre anni dall'incidente, ritorna a Vietri nella villa ereditata dal nonno. Lì rivede Lorenzo, amico della sua adolescenza quando andava al mare, un ragazzo per cui da piccola aveva una cotta. Anche Lorenzo ha avuto degli anni difficili che lo hanno cambiato e ora è stanco di tenere per sé un segreto che si porta dietro da anni... La persona che si ritrova davanti, però, non è più la ragazzina tutta pepe e lentiggini che si ricorda e che gli stava sempre appiccicata durante le estati. Jenny è una donna diversa, fragile e bellissima, come il più bel fiore del mondo. Deve solo trovare il modo di sbocciare e lui le insegnerà a non reprimere la sua voglia di vivere, ma soprattutto a perdonare se stessa e a ricominciare ad amare...


514xS6acHIL._AC_US218_.jpg


Recensione:


Jenny aveva un amore, Emanuele. Insieme coltivavano una passione, la moto.
Questa passione ha distrutto tutto.
La morte di Emanuele è stato un duro colpo per la venticinquenne Jenny. Nonostante gli anni che passano la protagonista si sente in colpa per ogni piccola gioia e per i sorrisi che la vita ancora le riserva. Decide così di tornare a Villa Jenny, dove ha trascorso i momenti più felici della sua infanzia.
Anche con Lorenzo la vita non è stata clemente: la sua salute ha deciso di boicottare la gioia dei vent'anni e i suoi problemi cardiaci hanno piegato la sua famiglia. Fino all'arrivo di un angelo che gli ha donato letteralmente il suo cuore...
Il nuovo libro di Arianna Di Giorgio, "Vorrei che fossi felice", racchiude tanto amore quanto dolore.
L'autrice intreccia con maestria due storie all'apparenza differenti, anche se tende a rendere surreale il vero punto di incontro, forzando la fusione tra due personaggi. Questa forzatura, secondo me, fa perdere un po' quell'aura di romanticismo che avvolge il romanzo.
Allo stesso tempo la trama permette alle ragazze di non perdere la speranza di essere felice, nonostante i duri colpi che può infliggere la vita, mentre insegna ai ragazzi a non demordere di fronte all'Amore con la A maiuscola.
I protagonisti, in particolare Jenny e Lorenzo, sono descritti a trecentosessanta gradi, mettendo in luce i loro difetti e le paure, oltre che la forza e il bisogno di continuare a lottare per vivere, ma anche i personaggi di contorno non vengono lasciati in disparte ma approfonditi, soprattutto per quanto riguarda la loro personalità e il carattere.
Oltre la leggerezza della trama, questa storia porta il lettore a riflettere sulla bellezza della vita e sulla fortuna di essere vivi. Pagina dopo pagina l'autrice sottolinea l'importanza di essere grati ogni mattina per il fatto di poter iniziare un nuovo giorno. Inoltre sottolinea la difficoltà di uscire da una situazione complessa come quella di Jenny, la forza che serve per tornare a vivere, ma anche la fondamentale importanza di avere una rete di sostegno fatta di familiari e amici.


(Recensione a cura di Marianna)


VALUTAZIONE




Arianna Di Giorgio


Altri libri dell’autrice:

9788856716726_0_0_300_80.jpg