-->

sabato 13 maggio 2017

Recensione di "Un disastro chiamato Amore" di Chiara Giacobelli - Leggereditore

Ecco a voi un bel romanzo che vi appassionerà...



Titolo: Un disastro chiamato amore
Autore: Chiara Giacobelli
Editore: Leggereditore
Genere:  Romanzo rosa
Formato: Ebook
Prezzo: 4 ,99
Formato: Cartaceo
Prezzo: 12,67
Data di uscita:  14 luglio 2016                           
Link d'acquisto: https://www.amazon.it/Un-disastro-chiamato-amore-Leggereditore-ebook/dp/B01I58BCN2/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1494602290&sr=8-1&keywords=un+disastro+chiamato+amore

Scopriamone trama e recensione... 



Trama:


Francese con un lavoro a Parigi e un appartamentino a Montmartre, Vivienne Vuloir è una ragazza buffa e imbranata che colleziona una figuraccia dopo l’altra, fa i conti con una fallimentare carriera di scrittrice e soffre di un numero indefinito di fobie. A trent’anni ha dimenticato il sapore di un bacio, si è adattata a essere identificata come “quella che si occupa di gossip”, ma soprattutto ha perso completamente fiducia nel genere umano, specialmente se maschile. Quando un giorno riceve un’inattesa telefonata da un certo Mr Lennyster, figlio di un’importante attrice italiana su cui ha da poco redatto un dossier, è certa di stare per subire una grossa lavata di capo. Invece, l’uomo vuole comissionarle la biografia della madre. Così, ben presto Vivienne si troverà a dover affrontare un’avventura a cui non è affatto preparata. Tra gaffe, tentativi maldestri di carpire i segreti della famiglia Lennyster, amori e altre catastrofi, Vivienne, inguaribile pessimista, capirà che la vita le sta per riservare una sorpresa inaspettata...


un.jpg





Recensione

Vivienne vive e lavora come giornalista a Parigi, è una ragazza distratta che combina disastri in continuazione, lavora in un giornale ma sogna di diventare scrittrice. “Ormai” trentenne è sfiduciata per quanto riguarda la sua carriera e l’amore. Un giorno riceve un’inattesa telefonata dall’Italia da Mr Lennyster, figlio di uno scenografo americano e di un’importante attrice italiana di cui si è occupata in un articolo. In pochissimo tempo la vita di Vivienne viene sconvolta da diversi avvenimenti che si intrecciano: un viaggio in Italia, un libro da scrivere, un uomo affascinante e una villa che custodisce antichi segreti; tutto questo la metterà a confronto con brutti ricordi della sua fanciullezza. La protagonista non si fida di nessuno, e ancor meno degli uomini, ma sarà proprio Alex Lennyster a farla ricredere e capitolare dopo poco tempo.
Alex è bellissimo, ricchissimo, carismatico, caritatevole, dolce, tenero e… tutto ciò di cui Viv “ha paura” ma ciò di cui si innamorerà sarà il suo altruismo.
E’ in Liguria che si svolge questo squarcio della vita di Vivienne, caratterizzata da amore, paura, gaffe, pessimismo, tristi ricordi e un finale…che non c’è.
Le atmosfere che si respirano nella grande villa e i luoghi della riviera ligure sono  ben descritti ed aiutano il lettore ad aprire l’immaginazione su ciò che succederà alla protagonista (disavventure, amore, ricerche), su quello che Alex nasconde e su ciò che deve più volte fare per salvare la sua ospite dai guai che combina.
Questo romanzo è tra quelli che non vedi l’ora di terminare perché la leggerezza con cui è scritto, la velocità della lettura e la bellezza della storia te lo fanno amare; un racconto allegro e fresco e con tanto humor che per un attimo ti fa estraniare ed entrare nella bellezza dell’estate ligure. I personaggi sono così delineati che subito diventano familiari, anche i coprotagonisti sono descritti con quella semplicità che te li fa immediatamente riconoscere.
Romanzo altamente consigliato per una lettura rilassante e a tratti ironica.


(Recensione a cura di Maura)


VALUTAZIONE




chiara-amburgo.jpg


Chiara Giacobelli


È una scrittrice e una giornalista. Nata nel 1983, si è laureata con lode in Scienze della Comunicazione per poi specializzarsi in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo presso l'Università di Roma Tor Vergata, dove ha conseguito il Premio Raeli destinato ai più brillanti studenti dell'Ateneo.
Ha iniziato a dedicarsi al giornalismo nel 2006. Nel 2011 ha esordito ufficialmente come scrittrice con il libro "101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita"; ha scritto "1001 monasteri e santuari in Italia da visitare almeno una volta nella vita". Nel 2015 "Forse non tutti sanno che nelle Marche...", che ha visto tre ristampe in poco tempo. Hanno fatto seguito "Un disastro chiamato amore" e "101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita".


Altri libri dell’autrice:


416qny0wFeL._SL218_PIsitb-sticker-arrow-dp,TopRight,12,-18_SH30_OU29_AC_US218_.jpg