-->

martedì 30 maggio 2017

Recensione del romanzo rosa “Lieve come la neve” di Chiara Trabalza - Lettere animate editore


Una storia intensa e commovente che arriva dritta al cuore, dolce e delicata come una favola.

51cRXDwrHPL.jpg
Titolo: Lieve come la neve
Autore: Chiara Trabalza
Editore: Lettere animate editore
Genere:  Romanzo rosa
Formato: Ebook
Prezzo: 1,99
Formato: Cartaceo
Prezzo: 11,05
Data di uscita:  29 luglio 2016                              

Link d'acquisto:







Scopriamone trama e recensione...


Trama:

Camilla è giovane e indipendente, ha un ottimo lavoro in una casa di moda, vive da sola in un delizioso appartamento ed è fidanzata con il suo capo che le regala viaggi e divertimenti. La sua vita perfetta, scandita da ritmi frenetici e serate mondane, viene sconvolta dalla notizia della morte di sua sorella con la quale non parla ormai da otto anni. Ma il destino ha in serbo per lei un altro imprevisto. Le viene data in affido una bambina, sua nipote Viola, di cui lei ignorava perfino l’esistenza. Viola si rifiuta di parlare, non comunica con il mondo esterno e trascorre le giornate da sola, chiusa nel suo silenzio. Camilla dovrà imparare a camminare in punta di piedi tra quei dolorosi silenzi, percorrendo la strada dei ricordi fino al giorno in cui sua sorella divenne per lei una nemica. Perché negli occhi verdi e malinconici di quella bambina si nasconde il segreto che ha diviso tanti anni prima le due sorelle, un segreto pesante come un macigno. Ma ci vuole coraggio per riaprire la porta del passato. E proprio quando Camilla penserà di non farcela scoprirà di non essere sola. Il suo misterioso e riservato vicino di casa le farà scoprire un nuovo modo di amare e tornerà a farle battere il cuore. Perché solo un amore profondo può rimarginare le cicatrici di un passato doloroso. Una storia emozionante e intensa, dolce e delicata come una favola...

51cRXDwrHPL.jpg

Recensione:

Camilla lavora in una casa di moda vive a Roma e ha un ragazzo di nome Ethan, bellissimo e arrogante, che oltretutto è il suo capo; le sue giornate scorrono tra il lavoro in ufficio, gli aperitivi, le cene, i party e le sfilate di moda. Il tutto fino a quando, una mattina, Camilla riceve una telefonata da sua madre che vive a Parigi: sua sorella, con la quale non aveva nessun tipo di rapporto da otto lunghi anni, è morta in un incidente stradale.
Camilla si reca così controvoglia a Parigi per assistere ai funerali e proprio in quell'occasione scopre qualcosa a cui era totalmente all'oscuro: sua sorella aveva una figlia di 5 anni. E come se non bastasse, i suoi genitori, troppo anziani e malati per badare alla piccola Viola, decidono di affidarla temporaneamente a lei.
E così Camilla torna a Roma con sua nipote, senza sapere neanche in che modo iniziare questa nuova vita. Infatti non è per niente facile: la bambina non parla, non vuole comunicare in nessun modo a causa del dolore che sta provando.
Camilla si trova così in una situazione alquanto complicata: riuscire a proseguire di pari passo la sua vita mondana e lavorativa con la sua nuova vita da zia. Ma il suo fidanzato Ethan non la pensa allo stesso modo. La piccola Viola è solo d'impiccio alla loro perfetta vite e lui non la vuole assolutamente tra i piedi.
Fortunatamente Camilla vede in Andrea, il suo dolce vicino di casa, un'ancora di salvezza; infatti il ragazzo si affeziona alla piccola Viola e pian piano si fa strada nella vita di Camilla...
Mi ha davvero colpita moltissimo questo libro, perché fa riflettere sulla vita che ognuno di noi sta vivendo, portandoci a pensare che effettivamente dobbiamo vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo perché non sappiamo cosa il destino ha in serbo per noi. Il rimorso di coscienza che Camilla ha per non essersi riavvicinata a sua sorella fa riflettere sul fatto che molte volte noi stessi, per cose di poco conto, ci allontaniamo da familiari o amici lasciando che il nostro rancore sia più forte dell'amore che proviamo.
I personaggi sono ben descritti, ad ogni pagina sembra di conoscerli sempre meglio. Camilla grazie alla piccola Viola torna a vivere ed amare. Andrea col suo carattere chiuso riesce ad avvicinarsi a Viola e farla aprire. Viola, per l'appunto "lieve come la neve" è di una dolcezza infinita.
Chiara Trabalza utilizza una scrittura fluida, ricca di particolari. I dialoghi non annoiano e le descrizioni sono così fatte con attenzione che sembra proprio di essere lì accanto ai personaggi, mentre la voglia di scoprire cosa accadrà ci accompagna pagina dopo pagina, fino alla fine del racconto che si conclude con un finale davvero perfetto.
Un libro davvero dolce, commovente, romantico...mi ha fatto sorridere ed emozionare. Ve lo consiglio, da leggere tutto d'un fiato.

(Recensione a cura di Gessica)

VALUTAZIONE


Chiara-Trabalza-225x300.jpg

Chiara Trabalza

Chiara Trabalza vive a Roma, ed è laureata in psicologia. Afferma di non poter fare a meno di libri, infatti sin da ragazza è proprio la scrittura la sua più grande passione, e espressione dei suoi sentimenti e sogni. “Il volo delle lanterne”, edito da Eden Editori, è il suo romanzo d’esordio. Nel 2015 scrive il suo secondo romanzo,“Il mio imprevisto più dolce“; segue “Lieve come la neve”, una storia intensa e commovente



Altri libri dell’autrice: