venerdì 21 ottobre 2016

Recensione "Mia nonna saluta e chiede scusa" di Frederik Backman edito da Mondadori!!!

Un altro libro favoloso da leggere tutto d'un fiato per la nostra Bottega...
Mihaela oggi ci parlerà di questo dolcissimo romanzo a tratti malinconico da assaporare con tutta l'ironia che l'autore è capace di donarci...


Titolo: Mia nonna saluta e chiede scusa
Autore: Fredrik Backman
Editore: Mondadori
Genere: Romanzo 
Formato: Cartaceo
Prezzo: 19,50 €
Formato: Ebook
Prezzo: € 9,99
Pagine: 408
Data di uscita: 27 Settembre 2016

Trama

Elsa ha sette anni, ma non le riesce granché bene avere sette anni. A scuola dicono che è "molto matura per la sua età" e lei sa che significa "parecchio disturbata per la sua età". Sua nonna ha settantasette anni, e neanche a lei riesce granché bene avere la sua età. Dicono che è "arzilla", ma Elsa sa che vogliono dire "pazza". La nonna è anche il suo miglior amico, il solo, e insieme loro due hanno inventato un mondo alternativo dove non ci sono genitori che si separano, compagni di classe che fanno scherzi cattivi, un luogo dove tutti possono essere diversi e non c'è bisogno di essere normali. Ma un rivolgimento del destino sorprende Elsa lasciandola da sola con una lunga serie di lettere in cui la nonna chiede scusa a molte persone della sua vita. Elsa ha un compito, consegnare ciascuna lettera al suo destinatario. È l'inizio di una grande avventura: lettera dopo lettera, facendo la conoscenza di vicini di casa alcolizzati e vecchietti innamorati e cani isterici, Elsa conoscerà la vera (e sorprendente) vita di sua nonna. Una storia sul più importante dei diritti umani: il diritto di essere diversi, a tutte le età.


Risultati immagini per mia nonna saluta e chiede scusa


RECENSIONE


Il romanzo « Mia nonna saluta e chiede scusa » è un romanzo ironico, a tratti cinico e spesso malinconico.
Appena ho cominciato a leggerlo non l’ho mollato più perché mi ha permesso di tuffarmi nel mondo di Elsa e di capire la prospettiva attraverso la quale la bambina di sette anni percepisce il mondo e  di come riesce a viverlo.
Il romanzo si apre con la nonna che muore e lascia alla bimba una serie di lettere che devono essere consegnate alle persone che abitano nel condominio della nonna. 
Comincia così una ricerca non solo dei destinatari ma allo stesso tempo la ricerca del proprio essere.
Elsa è solo una bambina di sette anni che deve affrontare il lutto ed il dolore che una tale perdita comporta. 
Elsa è la figlia di due genitori divorziati con i quali si relaziona in  maniera matura. 
Sua madre, Ulrica aspetta un altro bambino dal nuovo compagno. 
Per questa ragione, Elsa non sa cosa aspettarsi dal futuro; ha paura di essere messa in secondo piano. 
La giovane protagonista non ha amici e perciò decide di tuffarsi nel mondo che la nonna e lei  stessa hanno creato.
Elsa e la nonna avevano una lingua segreta della cui esistenza sapevano solo loro due.
Il mondo che la nonna aveva immaginato per la sua nipotina porta il nome del “PAESE-DA-QUASI-SVEGLI”. 
Il paese aveva sei regni e ad ogni regno corrispondeva un’emozione. 

Miamas era il regno dell’amore, dell’ “io amo”. 
Mirevas era il regno dei sogni, dell’ “io sogno”. 
Miploris era il regno del dispiacere. 
Miaucadas era il regno dell’intraprendenza , dell’ “io oso”. 
Mimovas era il regno della gioia, dell’ “io ballo”. 
Mibatalos era il regno del combattimento, dell’ “io combatto”.

Elsa prova a collocare tutte le sue emozioni e tutte le persone con le quali entra in contatto in uno dei sei regni che la nonna aveva inventato per lei.
Anche la perdita della nonna viene percepita attraverso le forti emozioni che la bimba vive. Sono delle emozioni che investono in pieno il cuore della bambina. Miploris è il regno dove Elsa si rifugia perché il dispiacere la catapulta nella dura realtà.
I personaggi secondari sono tutti  membri del condominio che vivono delle vite parallele, personaggi con una carica emotiva importante. Ognuno si porta dietro un proprio bagaglio di dolore e storia personale complessa.
Ci sono Maud e Lennart una coppia di alcolisti, poi Britt-Marie e Kent , una coppia che conduce una vita parallela, tant’è vero che Kent ha un’amante e Britt- Marie è apparentemente una donna felice. Poi ci sono Alf, il tassista e Cuore di Lupo, un giovane psicopatico; tutte e due giocano un ruolo importante nella vita di Elsa dopo la morte della nonna.
Adesso mi soffermo sul ruolo che Ulrica, la madre di Elsa ,  gioca nella vita della figlia. 
Apparentemente, Ulrica è una presenza fissa nella vita della bambina però molte volte non presta attenzione alle paure ed alle emozioni che la ragazzina vive. 
Per questa ragione la sua assenza colpisce a pieno l’anima della bambina.
La gravidanza di Ulrica mette in secondo piano le emozioni che Elsa vive; perciò molte volte la ragazzina rimpiange il tempo trascorso in compagnia della nonna.
La nonna ha lasciato un vuoto che sembra incolmabile ma Elsa riuscirà a poco a poco ad adattarsi alla realtà lottando con tutte le sue forze e con tutta la volontà aggrappandosi ai ricordi del passato e alle fiabe che la nonna aveva inventato per lei.
Il romanzo è ironico ma allo stesso tempo malinconico perché mette in primo piano il vissuto di una bambina che si tuffa nel passato per poter costruire il suo futuro.
L’autore è un abile interprete delle emozioni che la bambina vive permettendo al lettore di diventare parte integrante dell’intero impianto narrativo.
La voce narrante  ci conduce e ci mette di fronte ad azioni che si possono percepire solo attraverso gli occhi della bambina.
Il romanzo è scorrevole e allo stesso tempo riflessivo; è una storia delicata e pungente; è una storia che approfondisce i rapporti tra gli esseri umani e gli animali (una particolare attenzione è stata riservata al rapporto instaurato tra Elsa ed il grande cagnone di combattimento). E’ una storia che deve essere letta tutta d’un fiato perché insegna agli adulti come ascoltare i bambini, le loro emozioni e le loro paure.
Il romanzo è scritto magistralmente e il lavoro del traduttore è impeccabile!


Recensione a cura di Mihaela)




VALUTAZIONE



Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA





Altri libri dell'autore



L'uomo che metteva in ordine il mondo