-->

giovedì 6 ottobre 2016

Recensione "Amiche di penna" di Marosella Di Francia e Daniela Mastrocinque edito da Mondaodori!!!

E concludiamo la nostra giornata con la recensione di un romanzo epistolare che ha colpito dritto al cuore la nostra Maura...



Titolo: Amiche di penna
Autore: Marosella Di Francia - Daniela Mastrocinque
Editore: Mondadori
Genere: Romanzo
Formato: Ebook
Prezzo: 9,99 €
Formato: Cartaceo
Prezzo: 18,50 €
Pagine: 204
Data di uscita: 20 Settembre 2016



Trama


Mentre è in viaggio in Italia con il suo amante Vrónskij, Anna Karénina avvia quasi per caso una corrispondenza con Emma Bovary, una signora francese che abita in provincia. 
Per sfuggire alla monotonia della propria vita, Emma cerca rifugio nei piaceri della letteratura e quindi non esita a consigliare ad Anna di leggere L'epistolario di Abelardo ed Eloisa, che l'ha conquistata.
 Anche sulla spinta di questa comune passione, le due donne iniziano a scriversi con assiduità e a scambiarsi racconti, chiacchiere e considerazioni sulle rispettive esistenze, che in parte ricalcano la trama dei romanzi di cui sono protagoniste, in parte la reinterpretano o la reinventano. 
Mentre la corrispondenza tra Anna ed Emma si fa sempre più intima e disinibita, a una festa in casa Guermantes Anna incontra Charles Swann, che la introduce nei fascinosi ambienti di una Parigi a lei sconosciuta, l'accompagna al Père-Lachaise sulla tomba di Abelardo ed Eloisa, all'atelier di Degas, ai caffè degli impressionisti e soprattutto le presenta la sua amante, la cocotte Odette de Crécy.
 Nel frattempo, a Rouen, Emma incontra a teatro Rossella O'Hara e Rhett Butler: prigioniera delle sue passioni e ostinata nel desiderio di evadere dal meschino orizzonte borghese, progetta di partire per l'America con la sua nuova ed effervescente amica... 
Lettera dopo lettera prende dunque forma una galleria di personaggi femminili indimenticabili: donne romantiche, appassionate e sognatrici oppure irrisolte, ciniche, disincantate. Anna ed Emma, specchiandosi l'una nell'altra, mettono a confronto con sempre maggiore intensità le rispettive concezioni dell'amore, si confidano, s'ingannano, s'inseguono, si sfiorano senza mai incontrarsi. Riusciranno a cambiare il proprio destino? Con sapienza e delicatezza, Marosella Di Francia e Daniela Mastrocinque intrecciano i percorsi delle eroine più amate della narrativa ottocentesca, dando vita a un originalissimo "spin-off" di due romanzi di culto.

Risultati immagini per amiche di penna amazon

RECENSIONE

“Amiche di penna” di Marosella di Francia e Daniela Mastrocinque è un romanzo epistolare molto appassionante dove si intrecciano le vicende di diversi personaggi.
Il periodo in cui è ambientato è l’ottocento con la belle descrizioni che ti fanno rivivere gli ambienti così diversi della provincia italiana, la campagna francese, Parigi, Pietroburgo e addirittura l’America con il fascino dell’ignoto. Le protagoniste principali sono due tra le due eroine più amate del romanzo ottocentescoMadame Bovary di Flaubert ed Anna Karenina di Tolstoj. 
Quest’ultima in viaggio per l’Italia inizia, quasi per caso, una corrispondenza con Emma Bovary: due donne così diverse si scambiano i pensieri più intimi sulle loro esistenze riprendendo, solo in parte, la trama dei romanzi originali di cui sono protagoniste. 
Alla loro corrispondenza si unisce quella della parigina Odette e di Rossella O’Hara che ben caratterizza la vita d’oltreoceano con le esperienze diverse dovute al suo vissuto; anche in questo caso vi è una ripresa dal noto capolavoro di Margaret Mitchell. Le protagoniste tra bugie e verità saranno unite solo dalla scelta più importante che faranno per la loro vita.
Il romanzo epistolare è un genere molto particolare che poco si ritrova negli scritti attuali; in questo caso è molto piacevole, la lettura è veloce e il protrarsi dei pensieri da una lettera all’altra fa sì che si sia sempre invogliati a continuare. Le missive dei vari protagonisti ben delineano le loro caratteristiche e lo stato emotivo, per alcuni molto mutevole,  in cui si trovano; inoltre le scene sono sempre ambientate in modo apprezzabile senza però distrarre il lettore dal pensiero principale: è così che ci si ritrova su una carrozza trainata da cavalli, ad una festa a palazzo, in un angusto appartamento o sui primi treni dell’epoca.
Sicuramente una lettura consigliata



(Recensione a cura di Maura)




VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA