-->

domenica 1 maggio 2016

ANTEPRIMA Recensione "Una dolce ostilità" di Marianna Kavanagh edito da Garzanti!

Buonasera piccoletti!!!
E' quasi ora della nanna e la nostra new entry Marta
vi parlerà di questo nuovissimo romanzo che però l'ha lasciata con l'amaro in bocca...


Titolo: Una dolce ostilità
Autore: Marianne Kavanagh
Editore: Garzanti
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo
Prezzo: 16,90 €
Formato: Ebook
Prezzo: 9,99 €
Pagine: 294
Data di uscita: 3 Marzo 2016

Trama

Kim ha una sola certezza: odia Harry con tutta se stessa. Eppure è costretta ad averlo sempre tra i piedi, a vederlo ogni giorno girare per casa. Perché è il migliore amico di sua sorella. La sua famiglia lo adora, ma Kim non riesce a fidarsi di lui. Non hanno nulla in comune. Harry si occupa di finanza e la carriera sembra essere il suo unico obiettivo, mentre lei fa volontariato e lavora per un’azienda no profit. Sono l’uno l’opposto dell’altro e non fanno altro che discutere. Fino a quando il destino non li unisce oltre la loro volontà: devono prendersi cura insieme del nipotino di Kim. E da allora tutto cambia.

Giorno dopo giorno la ragazza scopre che Harry ha sempre indossato una corazza per nascondere il suo animo ferito. Scopre che è stato costretto a crescere troppo in fretta. E nel profondo dei suoi occhi all’improvviso vede qualcosa che non può dimenticare. Ma a cui Kim non riesce a credere. Non è facile per lei accettare che Harry possa essere una persona diversa. Troppa ostilità ha diviso i loro cuori per tanto tempo. Eppure nel profondo di se stessa sente che l’odio forse non è nient’altro che una forma di amore. Ci vuole solo coraggio. Perché a volte per trovare l’anima gemella bisogna cercare proprio lì dove meno ci si aspetta


RECENSIONE

Ciao a tutti oggi vi parlo del nuovo romanzo di Marianne Kavanagh: Una dolce ostilità.
Kim, la protagonista, è una ragazza con un bel caratterino che sogna di cambiare il mondo  e lavora per un ente no profit che si occupa di persone disagiate. 
Eva, sorella maggiore di Kim, è una personaggio molto particolare, è una hippy ed è molto affezionata allo stile di vita degli anni 60. 
Harry, migliore amico di Eva, è  l’esatto opposto di Kim, un banchiere che si arricchisce alle spalle delle persone e va contro tutti gli standard di Kim.
Kim lo odia profondamente per tutta la durata del romanzo e per la cronaca questa è una cosa che mi ha fatto veramente saltare i nervi, certe volte avrei voluto ficcarmi nel libro per andare ad ucciderla.
  Kim mi è sembrata la classica ragazza viziata, anche se non lo è, che ha sempre da ridire su tutto ciò che fa il povero Harry, anche per le volte che le faceva i complimenti, è stata veramente ODIOSA!
  Il suo personaggio, come avrete ben capito, non mi è piaciuto per niente, non mi ha suscitato nessuna simpatia ne sono riuscita ad avere  comprensione nei suoi confronti.
 Eva invece è la classica persona “Peace and Love”, che fa uso di droghe leggere, parla di Karma e ama tutto ciò che ha a che fare con la natura ed il rispetto di essa.
Sembra l’angioletto della situazione, la persona buona, dolce e carina che tutti amano. 
Per quanto mi riguarda però non è cosi! 
Veniamo invece a Harry. Lui poverino mi sembra la vittima sacrificale della situazione. 
Anche Harry ha i suoi momenti odiosi ma nell’insieme è il personaggio che mi è piaciuto di più. 
È intelligente, dolce, sensibile, ha un grande cuore ma soprattutto MOLTA pazienza nei confronti di Kim ma non vi dirò il perché, dovrete arrivare alla fine del romanzo per scoprirlo.
Tralasciando i personaggi, la storia in se e per se è scritta bene, ci sono dei passaggi dalla 1° alla 3° persona e dei cambiamenti di personaggio che mi hanno un po’ disorientata durante la lettura ma ad ogni modo il linguaggio è chiaro e semplice, tranne i momenti in cui l’autrice si sofferma a parlare di cose tecniche del lavoro di Harry e Kim che sinceramente non ho capito  molto. 
All’interno del romanzo ci sono inoltre molti monologhi inutili della madre di Kim, una SOGGETTONA odiosa, senza cuore e di un egocentrismo assurdo il quale si rivela soprattutto quando Eva rimane incinta, per non parlare poi delle brevi e concise "chiacchierate" con il padre sul quale preferisco stendere un velo pietoso.
Eva e Kim come avrete capito hanno due genitori meravigliosi che tutti gli invidiano!!!
Nel romanzo troviamo parecchi salti temporali motivo per cui bisogna prestare molta attenzione mentre lo si legge in modo da non perdersi.
La storia tratta un tema molto delicato quale il cancro, che colpisce uno dei tre personaggi, non vi dirò chi, che mette a repentaglio tutta la “tranquillità” della storia. 
A mio parere non è stato trattato con la giusta delicatezza, c’è stata molta superficialità.
 L’autrice si sarebbe dovuta soffermare un po’ di più ma soprattutto  trattarlo in modo completamente diverso, è un tema delicato e una volta che decidi di inserirlo in una storia devi parlarne come Dio comanda.
Beh come avrete capito questo libro non mi è piaciuto, o meglio mi aspettavo qualcosa di diverso!
 Pensavo che, dopo aver letto il titolo, avrei trovato un romanzo con una bella storia d’amore, magari anche travagliata tra i due personaggi, ma così non è stato.
Sono rimasta delusa, questo libro non mi ha lasciato niente, nessuna bella sensazione se non quelle di odio.
Giusto sul finale si è un attimo ripreso ma nell’insieme non rientra tra i miei gusti per niente.
Questa è la mia modestissima opinione ovviamente, io personalmente non consiglio la lettura di questo romanzo per i motivi sopra citati ma magari a voi potrà suscitare tutta un’ altra cosa e magari arriverete anche ad amarlo. Per cui a voi la scelta.
Baci!

(Recensione a cura di Marta)


VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA



Altri libri dell'autrice


Dettagli prodotto