-->

lunedì 25 aprile 2016

ANTEPRIMA! Recensione "Abbi cura di me" di Carrie Elks edito da Newton Compton!!!

Ehilà tesorucci 
come avete passato questo giorno di festa?
Noi ci siamo goduti questo splendido sole e abbiamo messo giù la recensione di questo bellissimo libro che la nostra Mihaela ha letto per voi!!!


Titolo: Abbi cura di me
Autore: Carrie Elks
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Formato: Cartaceo
Prezzo: 9,90 € 
 Formato: Ebook
Prezzo: 4,99   
Pagine: 352
Data di uscita: 14 Aprile 2016

Trama

"A volte il senso di tutta una storia si capisce in un solo minuto"

Londra, 31 dicembre 1999. Alla festa che saluterà l’inizio del Nuovo Millennio, Hanna incontra Richard. Lui è un affascinante newyorkese con un’ottima posizione sociale. Lei è una londinese sicura di sé e per nulla interessata ai bravi ragazzi americani. Vengono da due mondi diversissimi e non hanno nulla in comune, se non la loro immediata – e reciproca – attrazione. Quando l’orologio batte la mezzanotte, entrambi capiscono che quell’incontro cambierà per sempre le loro esistenze.
New York, 12 maggio 2012. Hanna e Richard non si parlano da quando lei gli ha spezzato il cuore per l’ultima volta, ma Hanna si presenta nel suo ufficio di Wall Street per rivelargli un segreto esplosivo. Richard un tempo era convinto che fosse la sua anima gemella, e invece Hanna ha distrutto il loro amore. Riuscirà a perdonarla e a permetterle di rimettere insieme i pezzi della loro storia?

undefined

RECENSIONE

Accattivante. Coinvolgente. Emozionante. Superlativo.
 Il romanzo « Abbi cura di me » si merita tutti questi aggettivi.
Il libro narra la storia d’amore di Hanna, una ragazza londinese di diciott’anni e Richard, un newyorkese, giovane rampollo di una ricca famiglia.
 I due riescono a fatica a stare lontano. 
Il loro rapporto è un rapporto fatto di amore, emozioni vissute pienamente e sentimenti corrisposti.
Hanna è una ragazza ribelle che deve confrontarsi con le proprie insicurezze e fragilità. Viene cresciuta dalla madre Diana e il rapporto con quest'ultima è un rapporto splendido. Invece con il padre ha un approccio diverso, suo padre è una presenza scostante nella sua vita e, dopo essersi rifatto la vita,  smette di preoccuparsi della giovane figlia, perciò il rapporto tra i due è compromesso.
Purtroppo la vita di Hanna sarà segnata da un dolore immenso; la morte della cara madre la catapulterà in un vortice di emozioni negative; Hanna dovrà attraversare le viscere della sofferenza. 
Dovrà combattere una guerra contro se stessa, perché la depressione la investirà in pieno e lei dovrà saper reagire.
Ma la sua lotta non sarà una battaglia facile.
 Hanna riuscirà a recuperare il rapporto con Richard?
 Saprà lei mettere in secondo piano le sue paure?
Sono delle domande le cui risposte si troveranno nelle pagine del libro.
Richard, il giovane manager della Maxwell Enterprises, è il tipico rampollo newyorkese, di bella presenza, di ricca famiglia a cui nulla è stato negato nella vita. Però l’apparenza spesso inganna. Anche lui viene da una famiglia allargata. Suo padre ha sposato una donna londinese, sua madre un ricco industriale, perciò la sua apparente serenità è solo una maschera che nasconde dietro dolore e situazioni ambigue.
Il rapporto con Daniel, il suo fratellastro è un rapporto quasi inesistente. Daniel, succube della droga, finirà in una clinica per disintossicarsi e la fragilità del fratello è solo uno degli aspetti che verranno approfonditi nel romanzo.
Adesso torniamo alla storia d’amore tra Richard e Hanna. Il loro rapporto è una travagliata relazione che si trascinerà per più di dieci lunghi anni; uso il verbo “trascina” perché le incomprensioni tra i due si susseguono e loro non riusciranno a vivere serenamente i loro sentimenti. 
 Non voglio svelare più del dovuto.
I personaggi secondari del romanzo sono importanti per la struttura narrativa dell’ intero libro. 
I protagonisti principali sono caratterizzati in maniera perfetta. Lodevole il lavoro dell’autrice .
Lo stile fluido e il ritmo incalzante sono elementi che aiutano la lettura.
La narrazione si svolge in terza persona, i punti di vista si alternano, offrendo una visione globale delle vicende che vengono narrate.

“Hanna portava addosso la disperazione come un peso che le schiacciava il corpo; consolava e le dava dolore in egual misura, eppure, nella sua profonda tristezza, in un certo senso la rassicurava. Come accadeva col sorgere del sole, poteva contare sulla sua perenne compagnia durante le ore del giorno. E di notte, mentre se ne stava raggomitolata nel letto in cui era cresciuta, si lasciava consumare dalla sofferenza mentre grida strozzate lottavano per risalirle alla gola, con i pugni serrati, come se in qualche modo potesse scacciare langoscia.
Ma era una battaglia che non poteva vincere.”

Questo è uno dei passaggi chiave del romanzo, un passaggio pieno di carica emotiva 


(Recensione a cura di Mihaela)


VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA