-->

giovedì 14 gennaio 2016

RECENSIONE "LA BAIA DI CHURCHILL" DI FRANCO AUGUSTO CARTISANO!!!

Titolo: La baia di Churchill
Autore: Franco Augusto Cartisano
Editore: Watson Edizioni
Genere: Romanzo
Prezzo: 10,00 Euro
Formato: Cartaceo

Trama

Nella primavera del 74, un uomo ricco e pericoloso è in fuga dalle foreste millenarie del Nord America, dopo il fallimento di un ambizioso progetto che avrebbe dovuto fare di lui uno degli uomini più ricchi e potenti del pianeta. Nel centro di Milano, un giovane funzionario di polizia, ancora inesperto e appena sfuggito miracolosamente alla mannaia di un pericoloso e folle matricida, blocca, per un ipotesi di reato, uno strano e singolare anziano clochard. Il giovane poliziotto riaccompagna quest’ultimo a casa in macchina, a Montelimar, sulle stupende Alpi francesi. Qui conosce la splendida e irrequieta figlia del vecchio, e la scintilla della passione scocca immediata. Sulle Alpi è arrivato però anche l’altro figlio in fuga e lo scontro finale è inevitabile.



RECENSIONE

Claudio, attualmente Capo della Polizia, rivive passo a passo la sua carriera, da semplice agente neo-arruolato alle molteplici promozioni ottenute, spesso rischiando la propria vita. Tra omicidi, retate per sventare imponenti traffici di droga e senza tetto che scombussolano il quartiere più ricco di Milano, Claudio incontra il suo vero e unico amore Letizia, erede di un incalcolabile patrimonio e con un padre che lo accoglie come un figlio.
 Ma cosa si nasconde dietro ad una famiglia così perfetta? Cosa sarà disposto a sacrificare Claudio per la sua carriera e per il suo giovane amore?
Un thriller a tutti gli effetti si cela dietro al titolo "La baia di Churchill". 
Una storia intrigante ma di difficile comprensione a causa di termini e frasi che non fanno parte del quotidiano uso della lingua e di divagazioni su temi che si discostano da quello iniziale rendendo faticoso mantenere il filo del racconto. Inoltre molti sono gli epiteti discriminatori verso alcune categorie come persone di colore, prostitute, omosessuali o ceti sociali diversi, che potrebbero ferire la sensibilità dei lettori.
Il genere non puó essere ben identificato, spaziando da un iniziale thriller, ad un racconto storico che si tramuta nella biografia del protagonista per finire con una sorte di storia d'amore. Alcune scene si susseguono molto velocemente (ad esempio la prima serie di omicidi o la storia d'amore tra Claudio e Letizia), mentre in altri momenti ci si perde nei particolari. Inoltre i modi messi in atto dai poliziotti si discostano dal quotidiano operare delle forze dell'ordine, presentando scene stereotipate e denigratorie. Infine anche lo svolgimento del rapporto tra i due giovani e le scene d'intimità vengono descritti con secondi modi di dire ormai superati e carichi di pregiudizi nei confronti del genere femminile.

(Recensione a cura di Marianna)



VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA  Risultati immagini per STELLINA