-->

venerdì 13 novembre 2015

RECENSIONE "IL RESPIRO DEL GHIACCIO" EDITO DA PIEMME!!!

Un libro travolgente

un romanzo ricco di suspance

degno dei migliori Besteller!!!


Titolo: Il Respiro del Ghiaccio
Autore: Brian Freeman
Editore: Piemme
Genere: Thriller
Formato: Cartaceo
Prezzo: 11,50 €
Formato: Ebook
Prezzo: 6,99 €
Pagine: 464
Data di uscita: Maggio 2015

Trama

Sembrano mani che premono per entrare, le foglie schiacciate dal vento contro il vetro dell’auto. Ma è solo l’effetto della nebbia, che avvolge tutto intorno a Kasey e fa brutti scherzi alla sua mente. È solo il senso di colpa. È solo il panico. Perché Kasey sa di essersi persa, finendo per sbaglio in quel sentiero sperduto tra i campi. Perché sa che un’agente di polizia non dovrebbe avere paura, e invece, in quella regione in cui da settimane le donne vivono con un’arma sempre con sé, l’unica cosa che in quel momento la rassicura è la pistola posata sul sedile accanto a lei. Ma soprattutto perché sa che, se si trova lì, è per un terribile errore commesso. Di nuovo mani che sbattono contro il finestrino, ma ora hanno il volto di una donna, occhi terrorizzati, e una voce: «Fammi entrare, per favore». Non è più un’allucinazione, è realtà, e Kasey non può più tornare indietro.
Sarà una lunga notte. Anche per i genitori di Callie Glenn, una bambina di soli undici mesi sparita dalla culla in cui dormiva, nella ricca villa in riva al lago. Nessuna richiesta di riscatto, nessun sospetto. Soltanto la consapevolezza che, col passare delle ore, si affievoliscono le probabilità di ritrovarla.
A farsi carico delle ricerche è il detective Jonathan Stride, che già indaga sulla recente scomparsa di tre donne della zona. Di loro non è più stata rinvenuta alcuna traccia, solo i segni di colluttazioni violente sul luogo del rapimento. Per Stride e la sua squadra si preannuncia una corsa contro il tempo, nel tentativo di districare il doppio mistero. Prima che la verità emerga, macabra e inesorabile, dal manto della neve.


RECENSIONE

La mia recensione la scrivo a caldo subito dopo aver finito di leggere il romanzo perché devo dare retta alle mie sensazioni ed alle emozioni percepite durante la lettura di questo travolgente thriller.
E’ una trama che mi ha preso in pieno, facendomi rimanere col fiato corto.
Nella cittadina del Duluth, nelle fattorie a nord del Minnesota, vicino al lago Pokegama si verifica la scomparsa di una bimba di undici mesi, figlia di un noto chirurgo ortopedico, Marcus e di Valerie, donna giovane e bellissima. 
Nella loro casa sul lago qualcuno si è introdotto a loro insaputa e ha messo in atto il piano diabolico per sottrarre la neonata ai suoi genitori.
 Questa  diventa l’occasione di buttare nel caos e nello sconforto l’intera cittadina di Duluth.
L’investigatore capo, il tenente Stride e Serena anche lei poliziotta, compagna di Stride, cominciano ad indagare non solo sulla scomparsa di Callie, la neonata, ma sono interessati a collegare questa scomparsa a quattro omicidi verificatisi nella zona negli ultimi mesi.
 Quattro donne sono sparite ed i loro familiari sono purtroppo catapultati nella tragedia. Le vicende si susseguono ad un ritmo accelerato, i protagonisti entrano ed escono dalla scena del crimine, carichi di sensi di colpa reali o immaginari.
Il primo nucleo familiare sul quale si ferma l’occhio attento dell’autore è quello costituito da Valerie e Marcus.
 Tra i due esiste un rapporto fallimentare, fatto di apparenza, opulenza, depressioni, sentimenti messi a tacere, pensieri di rabbia e di dolore, tutto in un miscuglio di sofferenza e silenzio.
 Per Valerie la scomparsa della figlia è un dolore acuto che le penetra il cervello e l’anima e la catapulta nella depressione  violenta. Non le importa più niente del vivere all’ombra del marito traditore.
 La figlia era l’unica ancora di salvezza per il suo matrimonio e per la sua vita. Più imponente si rivela la figura del chirurgo Marcus Glenn, di bella presenza, gelido, che placa le sue emozioni. Inizialmente tutti gli indizi sulla scomparsa della bambina portano a lui.
 La sua vita amorosa ed il rapporto con Regan ,infermiera e donna con problemi psichici, ed il suo non volere figli, insinuano negli investigatori il dubbio sulla sua complicità.
Ma alla sottrazione della bambina sopraggiunge la scomparsa di un giovane di nome Nick, un ragazzo di vent’anni , un esploratore urbano che ama andare alla caccia di luoghi abbandonati, sperduti nel nulla.
 E proprio il ragazzo farà una scoperta che purtroppo si rivelerà fatale per lui . Attratto dal forte fetore di putrido, il giovane pagherà a caro prezzo la sua passione ed il suo indagare.
Un altro nucleo è costituito da Stride e Serena, due poliziotti che curano le due indagini del Detective Bureau di Grand Rapids. Entrambi si confrontano con una crisi esistenziale dettata da un serie di fallimenti; fallimento a livello di vita sentimentale ed a livello di vita lavorativa.
 Stride non confessa alla sua compagna dei suoi attacchi di panico, del dolore per la perdita della moglie e non trova alcuna necessità di farsi cullare da Serena. Il suo bisogno però viene capito da Maggie, sergente della squadra investigativa, donna che per Stride nutre un sentimento d’amore mai corrisposto. 
Molte volte la mente gioca dei brutti scherzi e i due si ritrovano a condividere i loro dolori e le loro emozioni .
 La parentesi amorosa tra Maggie e Stride viene scoperta da Serena che proverà a concentrare tutti i suoi sforzi sul ritrovamento della piccola Callie.
Un nucleo familiare a parte è rappresentato  da  Denise e Tom. Denise è la sorella di Valerie. Il suo rapporto con la sorella è una relazione di amore e odio. Denise, poliziotta anche lei, ha quattro figli, un mutuo da pagare e la sua invidia per la sorella non fa altro che accentuare il grande divario tra le due. 
Se poi si aggiunge il fatto che Valerie nel suo passato abbia intrattenuto una relazione col marito Tom, allora tutto il quadro investigativo cambia connotazione e getta nell’ombra anche il meno sospettato.
Per dare una nota di omogeneità all’intero testo, l’autore ci propone la presenza di un altro personaggio.
 Kasey Kennedy è una giovane poliziotta, moglie e madre che ha ferito il cruento omicida delle donne. 
Sul ghiaccio del lago Kasey scivola e non riesce ad ammazzare colui che ha buttato la città nel caos. Ma dentro di lei sa che l’incontro con l’omicida è solo uno di una lunga serie; perché l’assassino la tiene d’occhio, la segue nelle sue quotidiane azioni , capisce e prevede le sue mosse.
Kasey sa di essere la prediletta ,“la cattiva ragazza”, perché anche lei nasconde il suo segreto. Non dirò di più sulla trama perché la scoperta è sorprendente ed i colpi di scena non mancano.
“Il respiro del ghiaccio” è un romanzo avvincente che mi ha tenuta incollata per due giorni. 
Il ghiaccio è il motivo predominante dell’intero romanzo; come la superficie scivolosa che non fa trapelare nulla…
Marcus è freddo come il ghiaccio, Virginia sembra anche lei incastonata in una vita fredda, la loro casa sul lago è fredda ed impersonale.
 Ma sotto il ghiaccio, il respiro si fa presente e porta alla luce delle verità mai dette, delle paure mai abbandonate.
Anche il rapporto tra Stride e Serena è freddo come il ghiaccio. 
Tra i due protagonisti non c’è più comunicazione e la loro irrequietezza  d’animo è più che ovvia.
Il ghiaccio custodisce tanti segreti…
Amo questo libro. Adoro la tensione creata attorno ai personaggi principali e alle vicende che li riguardano. 
Lo stile della scrittura è superbo. Non ci sono elementi scontati, niente si può prevedere. Pure il finale è una sorpresa.
 L’autore ci offre anche la possibilità di scegliere il finale più idoneo alla nostra visione.
Il respiro del ghiaccio è un thriller di primo rango. 
Un romanzo che segue la scia dei migliori bestsellers.
 Non mancano suspense, cambi di scena improvvisi, ritmo sostenuto, intreccio amoroso.
Sotto la lastra di ghiaccio il respiro si fa sempre più presente, il ghiaccio si scioglie e la freddezza diventa calore, il calore diventa speranza. La speranza porta con sé la giustizia. La giustizia ripagherà lo spirito degli scomparsi.
 E giustizia sarà fatta!

(Recensione a cura di Mihaela)


VALUTAZIONE


Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA Risultati immagini per STELLINA



Altri libri dell'autore