-->

lunedì 9 novembre 2015

RECENSIONE "I RAMI DEL TEMPO" DI LUCA ROSSI!!!

Titolo: I rami del tempo
Autore: Luca Rossi
Editore: Self Publishing
Genere: Fantasy
Pagine: 158
Prezzo: 0,99 Euro
Formato: Ebook
Data di uscita: 8 Ottobre 2015

Trama

Dall'autore di Energie della Galassia... 


Una pioggia di schegge stermina il popolo dell’isola di Turios. Si salvano Bashinoir, gravemente ferito, sua moglie Lil e la sacerdotessa Miril. Vorrebbero dare degna sepoltura ai propri cari, ma i cadaveri sono scomparsi. L’unica speranza di salvezza risiede nelle protezioni magiche del Tempio. Tuttavia devono far fronte a minacce oscure. Un’ombra infesta i loro cuori per dividerli e distruggerli. I loro corpi sembrano perdere sempre più consistenza. Alla vicinanza tra le due donne si contrappone il sempre più marcato isolamento di Bashinoir. 
Nel regno di Isk, maghi e consiglieri devono sottostare all’insaziabile ingordigia di sesso, guerra e potere di re Beanor. L’ultima delle sue giovani mogli, tuttavia, non si dà pace per la libertà e l’amore perduti. Potranno i giochi e gli inganni sotto le lenzuola essere la chiave di svolta di una guerra millenaria?



“I rami del tempo”, fantasy di Luca Rossi mi ha solo fatto perdere tempo. I viaggi nel tempo e gli universi paralleli sono un classico tema della letteratura di fantascienza e l’idea che regge il romanzo è affascinante. Il lettore arriva alla fine del libro curioso di dipanare i segreti del mondo in cui è ambientato il romanzo e non trova nessuna risposta. Il libro fa parte di una trilogia, quindi si potrebbe pensare che le risposte verranno date negli altri volumi. Ma penso che questo non sia corretto verso il lettore e che probabilmente sia solo una manovra di marketing per esortare all’acquisto dei volumi seguenti.

Il cliffhanger finale tra l’altro non mi ha coinvolta per niente. Penso che questo dipenda molto anche  dai personaggi: piatti, banali e volgari. L’umanità di quel mondo è la peggiore che esista; non c’è amore, speranza, non esistono valori, gli uomini sono violenti, gelosi, vendicativi. Le donne sono macchiette come al solito sottomesse al volere (e alle voglie) degli uomini. Le sequenze che trattano di amore e affetto, sono ridotte a ridicole descrizioni di rapporti sessuali o di autoerotismo che non aggiungono nulla al racconto ma, anzi, provocano disgusto al lettore. Lasciate perdere!

(Recensione a cura di Elisa)



VALUTAZIONE

Risultati immagini per STELLINA


Altri libri dell'autore


Dettagli prodottoDettagli prodottoDettagli prodotto



Dettagli prodottoDettagli prodottoDettagli prodotto