-->

venerdì 25 settembre 2015

RECENSIONE "PROMIXIS - OLTRE IL COLORE" DI MICOL MANZO

Un giallo soprannaturale,

un urban fantasy, contornato da 

colpi di scena, anime in pena, 

dolore e sconforto con origini 

lontane nel tempo!


Titolo: Proximis – Oltre il colore
Autore: Micol Manzo
Editore: Narcissus Self Publishing
Genere: Urban fantasy
Prezzo: 3,49
Formato: Ebook
Data di uscita: 26/07/2015
Codice ISBN: 9786050401196
Stelline: * * * *




Trama

Mirash D’Amati è una ragazza come tante altre, con la passione per l’arte e il giornalismo. Conduce un’esistenza ordinaria, tra l’università e il giornale presso cui lavora; almeno fin quando non rischia di essere investita da un’automobile, vicino alla stazione ferroviaria di Anzio. Da quel momento in poi il soprannaturale entra prepotentemente nella sua vita. Attorno a lei cominciano a verificarsi strani fenomeni. Riesce a vedere lo spirito di un bambino, un’entità sconvolgente che sembra voglia richiamare la sua attenzione. Nel frattempo, suo zio Lorenzo, operatore della Squadra mobile della Polizia di Roma, si trova a fare i conti con la scomparsa di un giovane in Villa Doria Pamphilj, antico parco del capoluogo. Misteriosi eventi conducono Mirash ai Proximis, un’organizzazione mondiale preposta al mantenimento dell’equilibrio tra la sfera visibile e quella invisibile. Qui conosce Morgana, a capo della sezione italiana dei Proximis, Anastasia, Ludovic e Kageshi, affascinante ed enigmatico ragazzo dal volto sfregiato, che col suo carattere irritante, le rende la vita ancor più difficile. Ma la soglia tra spiriti e viventi è sempre più sottile. Mirash è costretta a rimettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto; a prendere in mano la situazione, lottando contro un pericolo letale che rischia di stravolgere la sua vita e quella degli altri.



RECENSIONE

Mirash D'Amanti è una ragazza solare e spensierata, proiettata nella vita, ha già conseguito la laurea in antropologia, ma la sete di sapere non è ancora placata, ed infatti frequenta la facoltà di giornalismo a Roma, collabora con un giornale, oltre a dedicarsi alla sua più grande passione, la pittura. La vena artistica la condivide col padre, Marco, uno straordinario scultore. Il Natale è alle porte e la studentessa non vede l'ora di trascorrere le vacanze con la famiglia, ad Anzio, coccolata dalle prelibatezze delle mamma Miriam, circondata dai suoi amabili gatti. La tranquillità di Mirash si interrompe all'improvviso, un incidente la porta ad un passo dalla morte, proiettandola in un mondo soprannaturale costellato di entità sconosciute, e persone fuori dal comune. Il mondo dell'aldilà è troppo vicino, tanto da cambiare per sempre l'esistenza della ragazza, spaesata dalle nuove capacità acquisite, grazie all'aiuto dello zio Lorenzo, detective della polizia, si affida a Morgana, una donna particolare, a capo della struttura italiana di controllo dei fenomeni soprannaturali. Morgana non è l'unica, anche Anastasia, Ludvic, e Kageshi hanno dei segreti e poteri inaspettati. Ma il dono di Mirash è diverso, ed è per questo che la vita della giovane è in serio pericolo, un altro incidente inspiegabile è la prova delle sue singolari capacità, qualcuno la teme, ma perché? E' forse la connessione con le anime dei defunti, la chiave del rebus, o sono le sparizioni di bambini avvenute a Roma a cui sta indagando lo zio Lorenzo, ad avere un collegamento con quello che Mirash vede e sente? La ragazza è sconvolta, e certamente Kageshi non le facilità le cose, l'uomo è glaciale e la innervosisce come nessuno mai in vita sua, eppure non riesce a togliergli gli occhi di dosso, la benda sull'occhio e la cicatrice non fanno che incuriosirla sempre di più, il cuore le batte all'impazzata quando lo vede, ogni occasione è buona per litigare e lui ha solo un modo per farla star zitta, baciarla a tradimento. Proximis – Oltre il colore di Micol Manzo, è un giallo soprannaturale, un urban fantasy, contornato da colpi di scena, anime in pena, dolore e sconforto con origini lontane nel tempo. Il contatto con l'aldilà è riservato agli animi veri, sensibili, ancora capaci di toccare la bellezza della natura, della vera essenza della vita, persone comuni ma straordinarie, destate dal tocco della morte. Molti accenni alle tematiche sensibili, come l'inquinamento, l'effetto serra, dibattiti sempre attuali e strettamente connessi all'incapacità dell'uomo di collegarsi agli elementi naturali, il ritorno al fondamentale per carpire i segreti celati sotto gli strati di indifferenza di cui la società moderna si veste. Argomenti elementari come lo Yin e lo Yang, la Vita e la Morte, camminano fianco a fianco fino all'ultima pagina, la semplicità della protagonista rende la storia credibile, sincera, uno stile pulito chiaro preciso, coinvolge il lettore, svelando lentamente un groviglio di intrecci, stretti in una trama originale, arricchita in sottofondo da una nascente storia d'amore tra la timida Mirash e il tenebroso Kageshi che preannuncia sviluppi futuri tra le avventure della squadra dei Proximis. Un bel libro per chi ama i misteri, i fantasmi, un apripista che incuriosisce, e getta le basi per un vento fresco tutto italiano nel panorama del urban fantasy.


(Recensione a cura di Maria)




VOTO VERMICELLI